Ancora, di più, & oltre

Giorgia, che a 26 anni e neppure 10 che fuma, si lamenta degli aloni giallastri di nicotina sudata sotto le maniche delle T-Shirt bianche.

Gli aloni giallastri di nicotina sulle dita di vecchi incalliti fumatori sopravvissuti.

Antiche scalinate deformate dai passi che le hanno salite, e scese; antiche acquasantiere in cui migliaia di mani hanno continuato ad intingersi nei secoli. Germi, pestilenze.
Gocce che scavano pietre.

Il pollice incurvato e arrotondato, diventato uno stampo per orecchiette, di una donna pugliese quasi centenaria; la sua schiena curva. Io e mio fratello bambini che la osservavamo incantati mentre dava forma ad un’orecchietta di pasta dietro l’altra. Sono acquasantiere in miniatura, le orecchiette. Lei velocissima, precisa. Non standard come una macchina; dunque perfetta. Ogni orecchietta con l’impronta unica di lei, ogni orecchietta con una storia diversa. Una vita a ripetere lo stesso gesto, tac, tac, tac, dentro quella stanza aperta su una stradina di Peschici, un paese-presepe costruito sullo sperone roccioso della costa garganica. Fiabesco, ai miei occhi turisti.

Ogni specializzazione è limitante ma ogni successiva iterazione è un passo più in là verso l’eccellenza.

I piedi delle ballerine classiche deformati da anni di esercizi sopra le scarpette da punta.

Le geishe, che a forza di stirare, tirare e raccogliere i capelli nelle acconciature Shimada, si ritrovavano l’alopecia in cima alla testa.

I busti indossati dalle donne e dai dandy, sempre più estremi, a stringere la vita e comprimere gli organi. Fino a raggiungere record di 20 cm di circonferenza vita.

Gli oxford pants, i pantaloni nati negli anni venti del secolo scorso nell’ambiente dei canottieri dell’Università di Oxford. Larghi, così da poterli indossare sopra i pantaloncini nelle fredde mattinate d’inverno e facili da sfilare, senza nemmeno doversi togliere le scarpe. E poi usciti da Oxford, diventati sempre più larghi. 110 cm e più. In America i criminali ci nascondevano sotto le armi.

Le scarpe chopine delle cortigiane veneziane nel ‘500, che arrivarono a 50 cm di altezza.

I cappelli a cilindro dell’800, che, si diceva, alle loro prime comparsate,”spaventassero le persone, facessero piangere bambini e abbaiare cani”, ma che in seguito ogni gentiluomo finì per indossare. Cappelli che arrivarono all’altezza di 21 cm, mentre chi li fabbricava, utilizzando soluzioni di sali di mercurio, diventava affetto da tremori, perdeva i denti, gli si annerivano le gengive, sbavava, contraeva i muscoli e camminava vacillando. Cappellai impazziti, che per tamponare l’orrore bevevano come pesci.

Lifting del viso, blefaroplastica, rinoplastica, filler, lipofilling, butt lift, liposuzione, mastoplastica, addominoplastica, interventi continuativi, sbiancamenti, riposizionamenti, costole tolte, ossa allungate.
Il viso di Michael Jackson alla fine della vita.
Ci facciamo prendere la mano. E il piede, e la testa…

Siamo matti come Cappellai al servizio di una tribù, al servizio di un’abitudine talmente radicata che la radice ci è divenuta oscura, al servizio di un’idea, al servizio di un dio, al servizio dell’aristocrazia, al servizio del capitalismo, al servizio dell’eterna giovinezza e bellezza, al servizio di un ego.
Finché c’è vita, dove c’è un muro ci sarà qualcuno che prima o poi lo butterà giù.
Dove c’è una frontiera, ci sarà qualcuno che prima o poi la supererà.

Rock & roll 👅🤘

Top a corsetto e T-Shirt oversize: Burberry; cappello: Vero Moda, zalando.it; marsupio a cuore: H&M; scarpe: Massimo Dutti, zalando.it; rossetto: VisionAiry Gel-Lipstick 22 Ginza Red, Shiseido

https://www.atlasobscura.com/articles/oxford-bags-pants

https://fashion-history.lovetoknow.com/fashion-accessories/history-mens-hats

https://lacma.wordpress.com/2011/03/07/how-the-hatter-went-mad/

https://fleshandblog.com/2017/01/09/primo-articolo-del-blog/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...