3 Grandi cose

1 I tacchi. Tacchi, tacchi; tacchi. Quelli scomodi, spudorati. Senza ritegno.
Spente le notti, rarefatte le occasioni e i pubblici dal vivo, io ci vado a comprare il latte e l’avena. (Ho sviluppato una dipendenza patologica dal porridge.)

Matrimonio di Caterina de’ Medici ed Enrico di Valois, 28 ottobre 1533; affresco del Vasari. Sembra proprio che fu Caterina de’ Medici a introdurre alla corte di Francia la forchetta per mangiare, le mutande, la cavalcata all’amazzone e il profumo. Pare anche i tacchi. Donna bassa, si fece creare da un artigiano fiorentino un paio di scarpe con il tacco, appositamente per il suo matrimonio con Enrico di Valois, uomo alto e imponente. Grande donna. Averlo un micro drone capace di viaggiare indietro nel tempo. Giusto per appurare se sotto quella veste il tacco fosse 7, come riportano alcuni, o 10, come riportano altri. Fosse 7 la perdonerei, in fondo era una principiante in materia.


2 Le maniche a sbuffo. Modo gentile, prezioso, sul subliminale, per dire scansatevi, aria, aria! non prendetela sul personale, vi voglio bene come prima ma statemi un attimo distanti. Qui ci starebbe bene un classico “torneremo ad abbracciarci.” Invece niente. Zitta. Linea dura.

3 L’eye liner. La carica attenzionale si è spostata parecchio sugli occhi. Eye liner nero, allora, come quello di Beth Harmon, l’eroina della seria La regina degli scacchi (The Queen’s Gambit, Netfix).

Torneo di scacchi, Parigi 1967. Lei è l’unica donna a partecipare. Un giornalista domanda: “Signorina Harmon, cosa direbbe a chi nella Federazione Scacchi l’accusa di essere troppo alla moda per essere una seria giocatrice?” Risposta: “Direi che è molto più facile giocare a scacchi senza il fardello di un pomo d’Adamo.”

C’è la spallina di un vestito, abbottonata, sottilmente sensuale, come l’ha definita Danielle Braf. Indimenticabile.

Vestito in jersey con mascherina incorporata (giusto in caso, no): prettylittlething.com; stivaletti: Elisabetta Franchi; cappotto doppio cashmire: Fendi; eye liner: MAC Liquid Eye Liner Boot Black; mascherina: Itsy Bitsy Spider, etsy.com; borsa: Peekboo Icon Medium, Fendi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...