Lunedì il fiume

Lunedì il fiume scorre torbido. Il cielo antracite del mattino è calato sui verdi degli alberi e dei prati dove gli uccelli trafficano e cantano le loro esistenze volanti.

Una ragazza, appena uscita da uno dei palazzi del perimetro, cammina in ciabatte. Ciabatte di plastica e calzettone di spugna bianco. È così giusto, giusto come quando un’esigenza pratica e una sentimentale coincidono e dettano legge, e quella legge sembra tutta tua e non uno scimmiottare qualche trovata modaiola. L’altra accanto a lei è avvolta in una cerata a quadretti bianchi e neri, che quasi sembra una tovaglia. Forse andrà a piovere.

Come se ci si fosse tacitamente messe d’accordo, tutte con questi pantaloni da tuta ampi, e tutti grigi. Le sneakers a suola alta, bianche. Quella ciabatta a spazzare via ogni pensiero nebuloso. Il super giallo della felpa del tizio con l’orrendo cagnetto dalla zampa deforme spicca tra i palazzi.

Ci potremmo sedere in cerchio sul prato al centro del perimetro, come una piccola tribù, per deliberare sul giorno che sta nascendo, sotto la pioggia fina.

Saremo distanziati a prova di fiatella.

Pantaloni: Les Copains, theclutcher.com; bralette: Dorothee Schumacher, mytheresa.com; felpa: Terranova; sneakers: Armani Exchange, lesacoutlet.it; calzettone: Sisters and Seekers; rossetto matte ispirato ai fiori di ciliegio, Dramarama, Mac

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...