Aplomb

È un’estate meno calda, meno smaniosa di quella dell’anno scorso. Mi viene spontaneo il paragone, saltando a piè pari il cubo scuro di un inverno bloccato tra due parentesi.

Domenica scorsa mi trovavo a Porto San Giorgio, per far evadere qualcuno da un camping infestato dai topi. Brutti negozi, sembra sparita ovunque la dignità della fascia media, brutto mare, per quanto il mare può essere brutto, belle casette.

Belle zeppe, alte, di corda (sughero sparisci dalla mia vista), abbinate a un vestito corto, leggero, aggraziato, fugace vista tra i tavoli del ristorante dove mangiavamo.

Tutto un parlare della finale degli Europei che si sarebbe disputata la sera, tra il sottofondo della partita di Berrettini seguita a sprazzi, in diretta.

In quelle stesse ore, questo tizio sniffava cocaina, si infilava un razzo acceso in culo, e si scolava 20 lattine di sidro in preparazione dell’assalto allo stadio di Wembley. Mentre la duchessa di Cambridge Kate Middleton, si dice si opponesse al desiderio del principino George di indossare la maglia della nazionale inglese, dirottandolo su giacca e cravatta. Imposizione di un genitore rigido e punitivo? O, viste le scene, che già circolavano, di quello che stava accadendo per le strade di Londra, avrà mica pensato di dare al piccolo un’armatura di distinzione da certi suoi sudditi?

Il presidente Mattarella più inglese degli inglesi.

Voglio farmi un’estate aplomb. Sulla carta.

Vestito e cappello: Weekend Max Mara; scarpe: espadrillas Castañer, mytheresa.com; borsa a tracolla: mini Yasmine, Vivienne Westwood; orecchini: Rue des Mille; rossetto: Goldie Red 25 Gucci, sephora.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...