Fake

Mi è tornata in mente una vecchia enciclopedia che la mia amica Elisa si era portata via dalla libreria della zia. La chiamo enciclopedia perché non saprei come altro definirla. C'era dentro un pot pourri di arredamento, giardinaggio, cucina, hobbistica…un super manuale di tuttologia femminile anni '60-'70 circa. Elisa si era soffermata sulle pagine dedicate … Continua a leggere Fake

Nella gioia e nel dolore, nella buona e nella cattiva sorte, io corro

G. è un ragazzo padre e senza lavoro. Lo incontro sul pianerottolo di mattino presto, intento a pulire le scale. Essendo molto indietro con il pagamento delle rate condominiali, è stato deciso che sia lui ad occuparsi della pulizia del palazzo; è un lavoro senza ricompensa monetaria, che viene a tamponare il suo debito._Corsetta?_dice, mentre … Continua a leggere Nella gioia e nel dolore, nella buona e nella cattiva sorte, io corro

H2O

COPERTA

Dieci ore di sonno ininterrotto; in quanto all'essere riposata, sono riposata. Fisso il muro bianco della stanza e penso che vorrei proprio pareti rivestite di carta da parati con fiori, colibrì e farfalle equatoriali. Tappezzeria verde scuro, tocchi aquamarina. E divani fiorati, poggiapiedi verdi e tappeti, velluto, blu mezzanotte, cuscini, felci, foreste, tende e lampade … Continua a leggere H2O

Take it Easy

Lotte tribali combattute con derisione, insulto, scherno, discredito dell'altro. E con sporadiche, sanguinose sparatorie. Il nomadismo culturale sembra esser tramontato. Siamo agli arroccamenti. Identità, identità! Radical chic vs radical rutto; sciampisti vs coiffeur; etero vs gay; pisellini vs piselline; rosa vs celeste; mangiatori di radici vs mangiatori di ciccia; pavesini vs savoiardi; pancine vs ferragne; … Continua a leggere Take it Easy